Skip to main content
🚚 Spedizione gratuita per ordini > 40€ | Sconto del 10% sul primo ordine superiore a 50€ 🤩
🚚 Spedizione gratuita per ordini > 40€
Sconto del 10% sul primo ordine superiore a 50€ 🤩

Un modo semplice per rispondere alla domanda Che cos’è il grinder è italianizzare la parola che quindi diventa macinino. Dal momento che il grinder è appunto uno speciale macinino usato per tritare la cannabis prima del consumo, un altro modo molto comune per definirlo è trita-erba.
La marijuana viene infatti di solito venduta in cime o comunque in pezzi e quindi, per essere utilizzata, deve essere macinata e, più l’operazione viene fatta con precisione, più il prodotto ottenuto sarà di qualità.
La cannabis può essere anche tritata semplicemente usando le mani ma ovviamente con risultati molto grossolani. Ecco perché si ricorre quasi sempre ad un grinder weed.

In commercio ne esistono infinite tipologie, diverse per materiale, dimensioni, colori ma anche numero di scomparti. Alcuni, i più sfiziosi e anche divertenti da regalare, sono piccole “opere d’arte” che spesso camuffano altri oggetti, come ad esempio il modello ad orologio. Che cos’è il grinder orologio? Uno speciale trita erba che può essere indossato al polso, proprio come un orologio in modo da essere facilmente occultabile e sempre pronto all’uso!

Tornando invece alle varianti più classiche ma anche più diffuse, una prima distinzione riguarda i numeri di scomparti con cui sono realizzati.
I grinder base ne hanno 2 dotati ognuno di piccoli dentini o chiodi. Nei modelli manuali, una volta inserite le cime all’interno, basta ruotare le due parti in modo antitetico per ottenere l’erba tritata. I trita erba più evoluti hanno invece 3 scomparti, uno destinato alla raccolta della resina o addirittura 4, per non perdere neanche la minima parte di infiorescenze.

che-cos-e-grinder-blu

Che cos’è il grinder manuale e quali sono gli altri tipi di trita erba

I modelli tradizionali sono appunto manuali ma ne esistono anche varianti meccaniche a manovella, piuttosto affascinanti da usare o anche solo ammirare perché spesso hanno un meccanismo a vista.
Chi vuole evitare qualsiasi tipo di sforzo può optare persino per un grinder elettrico che però nella forma ricorda più un piccolo frullatore che un trita erba. E infine, un ultimo modello portatile, compatto e facilissimo da usare è il grinder a tessera, chiamato anche grattugia. È appunto una tessera con un’estremità in rilievo simile a una grattugia. L’erba va strofinata qui sopra e poi raccolta per essere subito usata. L’utilizzo è semplicissimo ed è ideale soprattutto all’aperto, la dispersione però è molto alta e la qualità del prodotto ottenuto non è ai massimi livelli.

Anche i materiali impiegati possono essere tantissimi.
La maggior parte è in plastica. Hanno il vantaggio di essere molto leggeri, si puliscono velocemente e si trovano in qualsiasi variante di colori e grafiche.
I grinder più antichi sono in legno, materiale che preserva al massimo l’aroma dell’erba ma che generalmente, avendo dentini poco affilati, trita in modo meno preciso.
I modelli più professionali di solito sono invece in metallo. Sono praticamente indistruttibili, tritano con precisione e, a differenza di quanto accade nei grinder in plastica o legno, la resina difficilmente si appiccica ai dentini.

In generale, comunque, per mantenerne alta l’efficienza, è consigliabile pulire i grinder con regolarità, in modo che gli accumuli di resina e infiorescenze non impediscano ai denti di tritare l’erba correttamente o addirittura di far inceppare il funzionamento.

Ora che sai che cos’è il grinder e come funziona è giunto il momento di provarlo!
Guarda il nostro store online: oltre a tanti prodotti a base di canapa Light troverai i nostri trita erba, proposti in diverso colore e tutti firmati Dolomiti BioHemp.

Close Menu

Come Visit

Dolomiti BioHemp
Società agricola
di Mattia Artioli e Mich snc
Strada ai bersagli, 1
38037 Predazzo (TN)
P. Iva 02593530229

Safe Payments

Credit Card, Bank Wire, Cash on delivery

This site is registered on wpml.org as a development site.